News

Fivizzano, Steinmeier: “Chiedo perdono per crimini tedeschi”

today26/08/2019

Sfondo
share close

MASSA CARRARA – “Oggi sono qui come presidente federale tedesco e provo solo vergogna. Mi inchino davanti ai morti di Fivizzano, vi chiedo perdono per crimini perpetrati per mano tedesca”. Queste le parole del presidente della Repubblica federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier, ospite a Fivizzano (MS), insieme al capo dello Stato italiano, Sergio Mattarella, per il 75/o anniversario dell’eccidio nazifascista di Vinca.

I due Capi di Stato, ricevuti dalle autorità locali, sono stati invitati per la scopertura di una targa che in via Umberto I ricorda quei fatti e per la successiva cerimonia pubblica, in piazza Vittorio Emanuele. La strage, avvenuta tra il 24 e il 27 agosto 1944, compiuta dal Reparto esplorante 16, comandato dal maggiore Walter Reder, contò 173 vittime tra la popolazione civile. L’unità faceva parte della stessa divisione tedesca che commise gli eccidi di Marzabotto (Bologna) e Bergiola Foscalina (Massa Carrara). A San Terenzo Monti e Bardine, sempre nel comune di Fivizzano, vennero trucidate altre 159 persone.

“Memoria e verità sono alla base delle democrazie – ha detto il presidente Mattarella nel suo intervento – i nostri valori di libertà, la spinta ideale che ha permesso all’Europa di risollevarsi e di riconciliarsi con se stessa, si fondano e si sviluppano proprio a partire dal sangue versato da innocenti, come avvenuto qui, e dal conseguente commosso grido dei padri fondatori dell’Europa: ‘Mai più guerre, mai più lutti”.

Presente il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, “il nostro dovere – ha detto – è quello di trarre da questa commemorazione un monito sulla necessità di difendere e promuovere la pace, la convivenza e il rispetto tra i popoli”. Ascolta >>

  • cover play_arrow

    Fivizzano, Steinmeier: “Chiedo perdono per crimini tedeschi” Redazione Novaradio

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

Cultura

Boboli e Palazzo Pitti gratis per l’anniversario del Granducato

FIRENZE - Martedì 27 agosto i due musei saranno accessibili ad ingresso gratuito, in occasione della ricorrenza dell'incoronazione a granduca di Cosimo I, l'evento che segnò la nascita del Granducato di Toscana, avvenuta il 27 agosto del 1569. Il Granducato passò poi nel 1737, per la mancanza di eredi della famiglia Medici, agli Asburgo-Lorena che conservarono il potere, pur se con alcune interruzioni in epoca napoleonica e risorgimentale, fino all'unità […]

today23/08/2019


Contatti & info

Novaradio Città Futura
La radio comunitaria dell’Arci di Firenze

FM 101.5 Firenze e area metropolitana
FM 87.8 Mugello

Tel 055 0351664
Piazza de’ Ciompi 11
50122 Firenze

0%