News

Panno del Casentino, salva la produzione e i posti di lavoro – ASCOLTA

today26/10/2022

Sfondo
share close
Maurizio Bellandi, l’impreditore pratese che ha rilevato lo stabilimento

SOCI (AR) –  Panno del Casentino, si conclude positivamente la crisi che rischiava di far chiudere al Manifattura, l’ultima ormai rimasta a produrre lo storico tessuto.

Con l’acquisizione dello stabilimento da parte dell’imprenditore pratese Maurizio Bellandi, il curatore fallimentare – l’azienda è in liquidazione coatta amministrativa – ha potuto annunciare oggi ufficialmente la revoca della procedura di licenziamento collettivo dei 18 dipendenti della Manifattura del Casentino di Soci, nel comune di Bibbiena (Arezzo).

L’annuncio è arrivato oggi al tavolo di crisi convocato per oggi dalla Regione nella sede della Manifattura dopo che gli imprenditori pratesi Maurizio e Luca Bellandi, proprietari della omonima azienda, hanno formalizzato l’acquisto dell’immobile che ospita la fabbrica.

  • cover play_arrow

    Panno del Casentino, salva la produzione e i posti di lavoro – ASCOLTA Redazione Novaradio

Chiusa dunque la vertenza, si spiega dalla Regione che l’ha seguita con Valerio Fabiani, consigliere per il lavoro del presidente della Toscana Eugenio Giani, che metteva in pericolo sia i posti di lavoro dei 18 dipendenti sia quelli dell’indotto – un centinaio i lavoratori coinvolti – e la continuità produttiva del panno del Casentino, eccellenza mondiale nell’ambito del comparto tessuto e abbigliamento. Per Fabiani “si apre una fase nuova: abbiamo conseguito l’obiettivo di dare un casa al Panno del Casentino, salvaguardato la totale occupazione e ottenuto il ritiro della procedura di licenziamento. Siamo pronti fin da domani a guardare al futuro mettendo in campo tutti gli strumenti della Regione in un protocollo d’intesa per lo sviluppo dell’azienda, dell’indotto e del territorio”.

  • cover play_arrow

    Panno del Casentino, salva la produzione e i posti di lavoro – ASCOLTA Redazione Novaradio

Dalla Cgil la proposta di un’iniziativa per creare una “‘filiera del Panno’ che raccolga tradizione centenaria e difesa dei posti di lavoro dentro una logica di sostenibilità. “Vogliamo rendere sostenibile la produzione con servizi accentrati; pensiamo ad una rete d’impresa che raccolga tutte le aziende che entrano in questa produzione e a una comunità energetica a tutela di lavoro e produzione” spiega Alessandro Tracchi, segretario generale provinciale della Cgil di Arezzo.

  • cover play_arrow

    Panno del Casentino, salva la produzione e i posti di lavoro – ASCOLTA Redazione Novaradio

 

Soddisfatto il capogruppo del Pd in Regione Vincenzo Ceccarelli, casentinese: “Ora – ha detto Ceccarelli – occorre costruire un progetto di qualificazione e rilancio di un prodotto identitario, che porta il nome di questa Valle e che ha una grande storia. Sulla tradizione va costruito il futuro”.

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

Cultura

Teatro Cantiere Florida, al via la nuova stagione, 30 eventi per festeggiare il decennale- ASCOLTA

FIRENZE- Dieci anni di spettacoli, rassegne speciali, progetti interdisciplinari, laboratori di guida alla visione, percorsi di alta formazione, progetti di rilevanza sociale e collaborazioni con gli organismi più interessanti del panorama artistico italiano e internazionale per proporre il meglio della nuova drammaturgia e della danza contemporanea; oltre ad attività di ospitalità e tutoraggio per artisti emergenti e giovani realtà della scena nazionale, ma soprattutto a un instancabile lavoro con gli spettatori, con il […]

today26/10/2022


Contatti & info

Novaradio Città Futura
La radio comunitaria dell’Arci di Firenze

FM 101.5 Firenze e area metropolitana
FM 87.8 Mugello

Tel 055 0351664
Piazza de’ Ciompi 11
50122 Firenze

0%