News

Iron & Logistics non rispetterà l’accordo preso con la Regione Toscana sui 22 licenziati. Si Cobas: “Il distretto pratese vuole rimanere zona franca dei diritti” -ASCOLTA

today07/12/2022

Sfondo
share close

PRATO- La Iron&Logistics non rispetterà l’accordo sottoscritto lo scorso 1 dicembre in Regione Toscana. A comunicarlo è la stessa azienda con una PEC indirizzata al sindacato, come si legge in una nota del sindacato. “Nella comunicazione l’azienda annuncia di non voler rispettare l’accordo sottoscritto, disconosce gli impegni presi su cui avrebbe dovuto svolgere il primo passaggio nella giornata di ieri con la definizione dei primi nove lavoratori da reintegrare e da riportare sul posto di lavoro, punto centrale dell’accordo raggiunto qui in Regione Toscana dopo un confronto lunghissimo durato 8 ore,”denuncia ai microfoni di Novaradio Luca Toscano, sindacalista di Si Cobas, in presidio davanti alla Regione. “Ma non solo, disconosce anche il sindacato come interlocutore e rappresentante dei lavoratori e addirittura la Regione Toscana dichiarandola organo non competente.

L’accordo era stato raggiunto lo scorso 31 novembre durante un tavolo di crisi convocato in Regione convocato in palazzo Strozzi Sacrati da Valerio Fabiani, consigliere di Eugenio Giani per lavoro e crisi aziendali, assistito dalla struttura dell’unità di crisi. ” Oggi siamo costretti a chiedere alla regione Toscana di intervenire in maniera più dura di prima.”

“Abbiamo ormai un distretto che vuole rimanere dal punto di vista di chi fa profitti su questo sistema una zona franca, una zona opaca per leggi, diritti del lavoro e di organizzazione sindacale,” conclude Toscano. ” Se l’azienda non rispetterà i suoi impegni anche il sindacato non rispetterà il suo impegno a sospendere lo stato di agitazione.” Il sindacato rilancia la mobilitazione con una marcia in programma per il prossimo 17 dicembre alle ore 15 in Piazza Stazione a Prato.

  • cover play_arrow

    Iron & Logistics non rispetterà l’accordo preso con la Regione Toscana sui 22 licenziati. Si Cobas: “Il distretto pratese vuole rimanere zona franca dei diritti” -ASCOLTA Redazione Novaradio

 

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

Cultura

Teatro del Maggio, pronta la nuova macchina scenica -ASCOLTA

FIRENZE- E’ stata ultimata con la scenotecnica inferiore della Sala Grande tutta la macchina scenica del Teatro del Maggio musicale fiorentino. Si tratta di un'opera dal costo di 14 milioni di euro che di fatto è l’ultimo tassello di tutto il progetto di realizzazione del nuovo teatro. La complessa macchina scenica prevede 4 elevatori centrali, 8 carri mobili, 1 carro girevole. Tra scenotecnica superiore (già ultimata e funzionante) e inferiore […]

today07/12/2022


Contatti & info

Novaradio Città Futura
La radio comunitaria dell’Arci di Firenze

FM 101.5 Firenze e area metropolitana
FM 87.8 Mugello

Tel 055 0351664
Piazza de’ Ciompi 11
50122 Firenze

0%