SIENA – Oggi la tenuta di Suvignano (SI), il più esteso bene confiscato alla mafia in Toscana e affidato alla gestione dell’ente Terre Toscane, ospiterà la ‘Festa della legalità’ promossa dalla Regione Toscana con iniziative dedicate al tema della legalità: tra i protagonisti il presidente della Toscana Eugenio Giani, l’assessore regionale con delega alla cultura della legalità Stefano Ciuoffo, i rappresentanti delle istituzioni locali.

Al mattino saranno realizzate attività agricole, nel pomeriggio sono in programma incontri con rappresentanti istituzionali e delle associazioni del territorio per approfondire i temi della democrazia, dell’uguaglianza e del contrasto a ogni forma di violenza e criminalità organizzata.

Alla tenuta di Suvignano (Siena) intanto sono tornati i campi della legalità organizzati da Arci Toscana: i due campi coinvolgono 24 giovani, provenienti dalla Toscana. Il primo ha preso il via giovedì scorso con un gruppo di giovani che rimarrà Suvignano fino al 23 settembre, mentre il secondo è previsto dal 22 al 29 ottobre.

I due campi sono organizzati in collaborazione con Arci Siena, Comune di Murlo, Circolo Arci Vescovado di Murlo, Cgil, Spi-Cgil e Coop Centro Italia, con il contributo della Regione Toscana.


Indice Programmi