Cultura

Alice, Bandabardò, Guccini per il restauro del Memoriale di Auschwitz

today26/03/2019

Sfondo
share close

FIRENZE – Tornerà visibile al pubblico intorno all’8 maggio, anniversario della fine della seconda Guerra Mondiale, nella nuova ‘casa’ di EX3 in piazza Bartali, il Memoriale italiano di Auschwitz.

L’opera d’arte, che ricorda la deportazione nei campi di sterminio nazisti, è arrivata a Firenze dopo che nel 2014 le autorità polacche ne hanno formalizzato lo ‘sfratto’ a causa dei simboli legati al comunismo che contiene. Attualmente il memoriale è oggetto di un intervento di restauro operato dall’Opificio delle Pietre Dure, finanziato da Unicoop Firenze.

“Non solo i polacchi hanno deciso di sfrattarlo, ma ne hanno rotto pure la struttura portante”, spiega Claudio Vanni responsabile relazione esterne di Unicoop Firenze, “per questo il comune, che insieme alla regione ha finanziato il rientro dell’opera in Italia, ci ha chiesto di attivarci per finanziarne il restauro: noi lo abbiamo fatto con un crowdfunding, che chiuderà il 27 marzo.

La campagna intitolata ‘Conserva la memoria per il restauro del Memoriale di Auschwitz‘ promossa da Unicoop Firenze per Aned con l’obiettivo di raccogliere 40 mila euro, dopo settimane di eventi, tra cene, visite guidate e presidi nei punti vendita Coop, festeggia la chiusura stasera con una serata ‘Musica e parole’ al TuscanyHall di Firenze. Sul palco dalle 19.00 Alice, Bandabardò, Enrico Fink, Pietro Bartolo e, un intervento video di Francesco Guccini. Il ricavato della serata sarà devoluto al crowdfunding sulla piattaforma Eppela.

Una volta aperta al pubblico l’opera entrerà a far parte di un vero e proprio percorso museale dedicato alla deportazione. “Questo memoriale deve diventare un pezzo di Firenze, deve servire a ricordarci ogni giorno le responsabilità di chi ha collaborato e di chi ha voltato la testa dall’altra parte” ha detto Enrico Fink, musicista e membro della comunità ebraica di Firenze, alla presentazione dell’iniziativa. Per Alessio Ducci, presidente della sezione Aned di Firenze “ricordare ciò che è stato è importante oggi più che mai, alla luce di manifestazioni come quella di FN sabato scorso a Prato”.

>> Ascolta le interviste ad Alessio Ducci e Enrico Fink, in onda per News Box <<

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

News

Botta e risposta Rossi-Nogarin sul nuovo ospedale di Livorno

PISA - "Caro sindaco, l'accordo col Comune c'è già ed è stato deliberato due settimane fa in Giunta regionale. Tu solo ora mi chiedi di firmarlo, cosa che avrei fatto volentieri. Poiché ho letto che hai deciso di non presentarti per il secondo mandato, ti comunico che preferisco aspettare il nuovo sindaco, per avere la certezza che questa scelta non venga ancora una volta messa in discussione. Chiederò quindi solennemente […]

today25/03/2019


Contatti & info

Novaradio Città Futura
La radio comunitaria dell’Arci di Firenze

FM 101.5 Firenze e area metropolitana
FM 87.8 Mugello

Tel 055 0351664
Piazza de’ Ciompi 11
50122 Firenze

0%