News

Disforia di genere, riunione fiume della Commissione sanità del Consiglio Regionale – ASCOLTA

today15/04/2024

Sfondo
share close
  • cover play_arrow

    Bezzini su commissione – 15042024

  • cover play_arrow

    Simone Bezzini su Neuropsichiatra

  • cover play_arrow

    Marco Stella, FI

  • cover play_arrow

    Enrico Sostegni, presidente commissione

FIRENZE – Si è svolta oggi la seduta della Commissione sanità del Consiglio regionale della Toscana interamente dedicata alla disforia di genere, la cui attività è da mesi al centro di aspre polemiche politiche, a seguito delle interrogazioni de senatore Gasparri sull’uso off label della triptorelina, farmaco che ha un azione bloccante degli ormoni sessuali, per disturbi legati a varianza di genere, e sui percorsi di sostegno neurologico e psicologico per gli adolescenti che si rivolgono al centro . Tra i presenti ai lavori, oltre ai membri della commissione, ci sono anche l’assessore regionale per il diritto alla Salute, Simone Bezzini, e il direttore dell’Aou Careggi, Daniela Matarrese.

La riunione in particolare è stata convocata per esaminare e discutere la relazione inviata dal ministero della Salute dopo l’ispezione al Centro specializzato dell’ospedale di Careggi. Nel documento, a quanto di apprende, sono indicate 11 “azioni di miglioramento” rispetto alle  “criticità” rilevate dagli ispettori ministeriali. Tra queste c’è “l’assoluta necessità di produrre con urgenza procedure dettagliate per diagnosi e presa in carico dei soggetti con disforia di genere” e il suggerimento di dettagliare il percorso “inserendo regolare valutazione del neuropsichiatra infantile in tutti gli adolescenti” cui viene somministrata la triptorelina. Secondo la relazione inviata alla Regione Toscana dal Ministero della Salute “i tempi della presa in carico del paziente ed i successivi incontri sono troppo distanziati”, quindi “occorre organizzare un percorso opportunamente calendarizzato”. Inoltre gli ispettori indicato che “il percorso psicoterapeutico deve essere strutturato e organizzato secondo una programmazione congrua” e in linea con le determine dell’Aifa. Per la relazione occorre potenziare il personale attraverso “un aumento dell’organico con riferimento alla figura dello psicologo/psicoterapeuta” ed è necessario definire “in maniera precisa un percorso assistenziale specifico”. Sul fronte della trasmissione dei dati, il Ministero chiede che la Regione trasmetta all’Aifa i dati dei monitoraggi clinici della triptorelina, che si preveda uno strumento di monitoraggio per i possibili effetti collaterali.

Il documento termina quindi con l’invito alla Regione Toscana a “porre in essere azioni correttive alle criticità rilevate anche dando seguito alle azioni di miglioramento suggerite, pianificando quanto necessario e fornendo un riscontro a questo Ministero, entro 30 giorni dal ricevimento della presente”. Entro 90 giorni è invece richiesto il punto sullo stato di avanzamento.

“Questa commissione è stata molto utile per chiarire i fatti e cioè che a Careggi non è stata violata nessuna delle norme previste, è stato rispettato il Pdta (percorso diagnostico terapeutico assistenziale), nessuna contestazione è stata fatta sull’uso del farmaco e quindi da quello che sembrava dall’opposizione, addirittura che si dovesse chiudere il Centro e interrompere l’uso del farmaco invece nessuna contestazione è stata fatta dalla relazione ministeriale su questi aspetti”. Lo ha detto Enrico Sostegni (Pd), presidente della commissione sanità del Consiglio regionale della Toscana, al termine della seduta della Commissione interamente dedicata alla disforia di genere. Il ministero quindi, aggiunge Sostegni “conferma la correttezza, anzi dice che bisogna rafforzare il centro di Careggi e consiglia degli aspetti di miglioramento nell’organizzazione e siccome sono indicate verranno adottate nelle prossime settimane”.

“I capisaldi dell’attività del Centro” per la disforia di genere “di Careggi non sono in discussione, tant’è che la relazione parla di ‘potenziamento’ e quindi da questo punto di vista i capisaldi sono sicuramente confermati”, ma “seguiremo le indicazioni del ministero, indicazioni di natura che riguardano le procedure e i percorsi”. Lo ha detto l’assessore regionale della Toscana al diritto alla salute, Simone Bezzini, al termine della seduta della Commissione regionale sanità interamente dedicata alla disforia di genere. “Nei prossimi 20 giorni manderemo la risposta al ministero – ha detto ai cronisti – e tra 90 giorni manderemo il primo riscontro rispetto all’attuazione completa delle azioni che in grande parte sono già state definite”. “Se noi dobbiamo fare i nostri compiti in ottemperanza a una relazione che ci arriva da un organo superiore che è il ministero della Salute – ha poi concluso Bezzini – è anche importante che Aifa riveda questa determina e la ridefinisca in modo più chiaro e non equivocabile e forse è anche il momento che il ministero della Salute e le autorità sanitarie nazionali, definiscano linee guida su questa materia valevoli per tutto il Paese”.

“Una novità di oggi è che, appena stamani, l’avvocato Annamaria Bernardini de Pace ha presentato un esposto alla procura” di Firenze “in merito a sottolineature di carattere penale sulla gestione dei farmaci a Careggi. Questa è la novità di oggi”, “un nuovo esposto su questo tema”. Lo ha reso noto Marco Stella, il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, dopo la seduta della Commissione sanità interamente dedicata alla disforia di genere e alla relazione inviata dal ministero della Salute con 11 azioni per migliorare il Centro specializzato. E’ il secondo esposto dell’avvocato Bernardini de Pace sulla vicenda del Centro per la disforia di genere. Il primo lo aveva presentato a gennaio al ministero dello Salute e in copia anche alla Procura di Firenze, chiedendo di fare approfondimenti.

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

News

Comunali, centrodestra in attesa del debutto di Schmidt, ma lui per la serata del lancio punta sul “civismo” – ASCOLTA

* FIRENZE - La prima stretta di mano fra Sara Funaro e Eike Schmidt sabato in occasione della prima del Festival del Maggio Musicale segna l'avvio anche della campagna elettorale, battezzata domani con l'evento "di lancio" della campagna per l'ex direttore degli Uffizi, domani pomeriggio all'ex Tuscany Hall (dalle 18,30). Nell'occasione Schimdt non ha mancato di esprimere l'auspicio che sia "giunto il momento" di un'alternanza politica alla guida della città, […]

today15/04/2024


Contatti & info

Novaradio Città Futura
La radio comunitaria dell’Arci di Firenze

FM 101.5 Firenze e area metropolitana
FM 87.8 Mugello

Tel 055 0351664
Piazza de’ Ciompi 11
50122 Firenze

0%