Cultura

Al via mercoledì Stella Rossa Fest, la festa dell’Arci di Firenze: concerti, talk, laboratori, cibo, e iniziative dei Circoli – ASCOLTA

today01/07/2024

Sfondo
share close
  • cover play_arrow

    Pietro Cardelli, segreteria Arci Firenze

  • cover play_arrow

    Marzia Frediani, presidente Arci Firenze

  • cover play_arrow

    Daniele Bianchini, direttore Novaradio, 1 luglio 2024

  • cover play_arrow

    Alessandro Vessichelli, responsabile sostenibilità e ambiente Arci Firenze

*

FIRENZE – Concerti, laboratori, talk e l’immancabile sagra dei Circoli. Questo e molto altro sarà l’edizione 2024 della Stella Rossa Fest, la festa dell’Arci di Firenze che tornerà anche quest’anno all’SMS di Rifredi dal 3 al 7 Luglio. Ne abbiamo parlato con Pietro Cardelli di Arci Firenze che ha spiegato come in questa seconda edizione a Rifredi, Stella Rossa ha cercato di migliorare ancora di più la variegata offerta per il pubblico ponendo un’attenzione particolare anche per i più piccoli, con una proposta di laboratori per tutti i cinque giorni “Un’area che si chiamerà “Stellina Rossa” dove ogni giorno dalle 16:00 ci saranno laboratori e workshop di scacchi, fumetto, radio e molto altro proprio dedicati ai bimbi”.

Speciale sarà la line up dei concerti con il live di Giancane che aprirà la festa (il 3 Luglio) e che proseguirà poi con i Cacao Mental (il 4/7), Costì (5/7), Bee Bee Sea e Al Lover (6/7) e Bernard Butler dei Suede a chiudere il 7 Luglio. Tutti gli eventi della festa saranno ad ingresso libero.

Anche Novaradio sarà presente alla festa, con un proprio stand da cui trasmetteranno in diretta dj e conduttori, ed organizzerà uno speciale laboratorio radio per i più giovani.

Il programma completo lo potete scoprire su www.arcifirenze.it.

 

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

News

L’appello dell’Istituto Storico della Resistenza Toscano alla Regione: “Servono risorse certe, si approvi il fondo triennale” – ASCOLTA

+ FIRENZE - Basta con i fondi da contrattare anno per anno, all'Istituto Storico Toscano della Resistenza serve un finanziamento triennale, per poter programmare le proprie attività di ricerca e formazione, e pianificare  e retribuire in modo equo il lavoro dei 5 dipendenti e di 5 collaboratori "non pagati in modo adeguato". L'appello, lanciato direttamente dal presidente dell'istituto, Vannino Chiti e dal suo direttore Matteo Mazzoni, è rivolto al Consiglio […]

today01/07/2024


0%