News

Caos scuola. “In Toscana necessari 2.000 posti in più e 5.000 stabilizzazioni”

today25/08/2014

Sfondo
share close

banchi scuola 2Tra pochi giorni gli studenti toscani torneranno sui banchi nella nostra regione: per far fronte alle necessità  saranno necessari, secondo la stima della Flc-Cgil, almeno 2.000 nuove immissioni a ruolo previste e 5.000 supplenze. L’attribuzione dei posti vive ancora una situazione di grande incertezza, creata dal decreto di agosto che ha fatto nascere il contrasto tra i precari inserito nelle graduatorie ad esaurimento (Gae) e gli idonei del “concorsone Profumo” del 2012. Per risolvere la questione, il sindacato assieme al gruppo Docenti precari toscani e al movimento “Ora basta!” nato su FB e che ha raccolto oltre 2.000 adesioni, lanciano al ministero una serie di proposte unitarie : tra i punti condivisi, la immediata copertura dei posti vacanti – con stabilizzazioni di personale precario, più un contingente aggiuntivo per coprire le revoche dei trattenimenti in servizio. In più si chiede la revisione delle classi di concorso e l’assegnazione ai precari anche degli spezzoni di supplenza inferiori alle 6 ore. Il costo? “Molto inferiore rispetto a quello dei contenziosi in corso – spiega Alessandro Rapezzi delle Flc-Cgil, al disagio per ragazzi e famiglie e in termini di decadimento della qualità dell’insegnamento”.

Alessandro Rapezzi, Flc-Cgil

  • cover play_arrow

    Caos scuola. “In Toscana necessari 2.000 posti in più e 5.000 stabilizzazioni” Redazione Novaradio

Ieri una rappresentanza del gruppo Docenti precari toscani precari ha incontrato a Firenze il sottosegretario reggi, ospite della Festa dell’Unità: “Ha promesso spiega Bernardo Croci – di portare le nostre proposte sul tavolo del ministro Giannini e del premier Renzi: l’importante è che prima di pensare alle nuove regole per reclutamento si risolvano i problemi dei pecari di oggi”.

Bernardo Croci, gruppo Docenti Precari Toscani

  • cover play_arrow

    Caos scuola. “In Toscana necessari 2.000 posti in più e 5.000 stabilizzazioni” Redazione Novaradio

Proposta unitaria a parte, su alcuni punti, le posizioni rimangono differenziate: è il caso del tema delle diffide (12.000 in tutta Italia) già presentate contro il decreto di agosto: “Siamo pronti a far scattare i ricorsi – dice il gruppo “Ora Basta!” – non appena il primo degli idonei sarà assunto”.

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

Cultura

MAZE XXXIII edizione. In mostra l’artigianato mugellano

FIRENZE - Da mercoledì 27 a domenica 31 agosto a Vicchio, torna MAZE, la mostra mercato delle produzioni artigianali del Mugello e della Val di Sieve. Giunta alla XXXIII edizione, la mostra coincide come sempre con la Fiera Calda e la Fiera del bestiame e dedica i suoi spazi ai talenti, alle botteghe di antica tradizione e ai giovani che oggi si avvicinano all'artigianato creativo. L'obiettivo della mostra è quello […]

today25/08/2014


Contatti & info

Novaradio Città Futura
La radio comunitaria dell’Arci di Firenze

FM 101.5 Firenze e area metropolitana
FM 87.8 Mugello

Tel 055 0351664
Piazza de’ Ciompi 11
50122 Firenze

0%