News

Cava di Paterno, il gup di Genova proscioglie gli imputati

today12/06/2018

Sfondo
share close

GENOVA – Il polverino Mesh 500 prodotto rinvenuto nei sacchi abbandonati nella cava di Paterno di Vaglia non sono è pericoloso, e quindi niente processo a carico dei proprietari del sito finito da tempo sotto la lente degli inquirenti.

Lo ha deciso il gup di Genova, che sulla base di una perizia particolarmente favorevole agli indagati, non ha accolto le richiesta dei pm e ha deciso il non luogo a procedere e il proscioglimento dei titolari della ex cava di Paterno e i responsabili della ditta di calcestruzzi Medlink di Aulla dall’accusa di traffico illecito dei rifiuti.

Secondo gli esperti, il 500 Mesh non causa danni all’ambiente né alla salute, non è un rifiuto e non è pericoloso. Il giudice ha anche ordinato il dissequestro dei maxi-sacchi da una tonnellata (oltre 870 secondo il perito).

Continua invece con il rito ordinario il procedimento per Lanciotto Ottaviani e la figlia Tullia, con il dibattimento fissato per l’8 marzo 2019 per il deposito non autorizzato in cava di fanghi di conceria, scarti delle salamoie della Solvay, rifiuti di demolizione, asfalto, plastiche e pneumatici. Regione e Comune di Vaglia sono parte civile.

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

News

“Livorno pronta ad accogliere la nave Acquarius”. Ma poi Nogarin ci ripensa

LIVORNO - Caso politico in Toscana sulla posizione espressa dal sindaco M5s di Livorno Filippo Nogarin a proposito della crisi dei migranti tra Italia e Malta innescata dall'annuncio del ministro degli interni Salvini di non voler accogliere la nave Acquarius con 629 profughi salvati in mare e la chiusura dei porti italiani a nuovi sbarchi. In mattinata il primo cittadino labronico aveva pubblicato su FB un post in riferiva di […]

today11/06/2018


Contatti & info

Novaradio Città Futura
La radio comunitaria dell’Arci di Firenze

FM 101.5 Firenze e area metropolitana
FM 87.8 Mugello

Tel 055 0351664
Piazza de’ Ciompi 11
50122 Firenze

0%