News

“Adesso si cambia”, Schmidt lancia il suo programma. Molti “no”, poche le proposte concrete – ASCOLTA

today17/04/2024 3

Sfondo
share close

*

  • cover play_arrow

    Eike Schmidt dal palco 16042024

  • cover play_arrow

    Voci dal pubblico incontro Schmidt 1604204

  • cover play_arrow

    Schmidt su tramvia – 17042024

  • cover play_arrow

    Schmidt su stadio Franchi – 17042024

  • cover play_arrow

    Schmidt su Patrco delle Cascine – 17042024

 

FIRENZE – Mille persone plaudenti, palloncini in stile americano, niente bandiere di partito ma solo il logo di “Eike Schmidt sindaco” con le immagine della Firenze che promette di far tornare “magnifica” come recita il suo slogan. Ha fatto (quasi) il pieno ieri sera al Teatro Carriere Carrara di Firenze il candidato del centrodestra Eike Schmidt, alla serata di lancio del suo programma. A parlare è solo lui, l’ex direttore degli Uffizi e oggi direttore in aspettativa di Capodimonte. Prima con un breve discorso all’insegna delle parole d’ordine “sicurezza”,  e lotta alla criminalità, “decoro” e “efficienza”, con qualche velenosa stoccata sul Maggio Musicale divenuto “macchina mangiasoldi”, sul proliferare dei falsi studentati, sul “mangificio” in centro e sull’insicurezza del Parco delle Cascine (qui i maggiori applausi).

Poi Schmidt si è cimentato nel format intervista-chiacchierata dal palco per spiegare i punto del programma. Chi si aspettava di saperne di più su alcuni dei temi caldi sollevati dall’italo-tedesco in questi primi giorni dalla sua “discesa in campo” è rimasto deluso: sulla revisione dei progetti della tramvia “non si può disfare quel è stato costruito” senza spiegare come cambiare le linee in fase di progetto; sul stadio ha detto che non sprecherà soldi vagheggiando un ritorno alla proposta di stadio provato della Fiorentina, mentre sulle Cascine invoca il modello “Central Park” militarizzato, con telecamere e pattugliamenti fissi.

Ad ascoltarlo, senza prendere lo stato maggiore del centrodestra toscano – da Giovanni Donzelli di Fdi all’ex candidato sindaco e consigliere regionale Giovanni Galli, dino all’alfiere anti-tram Mario Razzanelli  – ma anche gli amministratori pubblici, tra cui i sindaci di Pistoia Tomasi e di Lucca Pardini, oltre e tante facce note dell’establishment leghista e forzista degli ultimi anni (non però Susanna Ceccardi). Anche tra il pubblico, si stenta a trovare i curiosi o chi è venuto “solo per sentire”: sono tutti elettori convinti del centrodestra, che sperano che con Schmidt sia “la volta buona” per un cambio .

Scritto da: Redazione Novaradio


Articolo precedente

News

Donazioni di sangue in crescita, nel 2024 aumento del 10% – ASCOLTA

FIRENZE - Nel 2023 sono state superate le 206mila donazioni di sangue in Toscana: l'1,2 % in più rispetto al 2022 - oltre 45 donazioni ogni mille residenti solo per la produzione di globuli rossi contro quaranta che era l'obiettivo - e nel primi mesi del 2024 la crescita si è fatta ancora più robusta, con le donazioni aumentate ulteriormente del 10%: sangue ma anche plasma, "il che costituisce un […]

today17/04/2024


Contatti & info

Novaradio Città Futura
La radio comunitaria dell’Arci di Firenze

FM 101.5 Firenze e area metropolitana
FM 87.8 Mugello

Tel 055 0351664
Piazza de’ Ciompi 11
50122 Firenze

0%